Nippon

Tra mito e realtà:
arte e cultura dal
Paese del Sol Levante

Film

Il nuovo centro culturale LAC continua il suo viaggio. In questa breve rassegna abbiamo scelto di stare lontani dagli stereotipi della tradizione delle geishe e dei samurai e affrontare il tema del Giappone che cambia.
Partendo dal film che ha fatto conoscere il cinema giapponese in Occidente, Rashomon di Kurosawa, attraverso il genere più popolare, l'animazione, arriviamo alla rappresentazione del Giappone contemporaneo con le opere di Kitano e Koreeda.
Martedì 9 novembre 2010 - ore 20.30
Cinema Iride, Lugano
Rashomon - 1950

di Akira Kurosawa - 88 min.

Uno dei più celebri film di Akira Kurosawa, opera che valse al regista il Leone d'Oro al Festival del Cinema di Venezia e l'Oscar come miglior film straniero. Tre personaggi raccontano, interpretandola in modo diverso, la storia di un bandito, rivelando così la loro stessa personalità e mettendo in evidenza il carattere relativo della verità.
Martedì 23 novembre 2010 - ore 20.30
Cinema Iride, Lugano
Ecco l’impero dei sensi - 1976

di Nagisa Öshima - 109 min.

La più celebre testimonianza cinematografica della sensualità giapponese nelle sue espressioni più radicali. Raccontata senza censure è la storia di due amanti che spingono la loro brama di possesso reciproco fino alle conseguenze più estreme.
Martedì 30 novembre 2010 - ore 20.30
Cinema Iride, Lugano
Strada della vergogna - 1956

di Kenji Mizoguchi - 87 min.

Mentre si attende l'esito di una proposta di legge che metta al bando la prostituzione, in una casa di tolleranza si intrecciano le storie di tre donne ognuna delle quali percorre una propria via di dignità, passando attraverso il cinismo, il disincanto, l'abnegazione. L'ultimo film del regista e un capolavoro del "genere dei bassifondi".
Domenica 5 dicembre 2010 - ore 17.00
Cinema Iride, Lugano
Tomba per le lucciole - 1988

di Isao Takahata - 89 min.

Film d'animazione sottotitolata in italiano per famiglie
La storia tragica di un ragazzino e della sorellina di quattro anni, che negli anni della Seconda Guerra Mondiale, dopo aver perso i genitori vagano solitari, trovano rifugio in una grotta e muoiono infine di stenti. Un cartone animato di straordinaria espressività e durezza che sottolinea la follia della guerra attraverso il dramma dei più indifesi.
Giovedì 9 dicembre 2010 - ore 20.30
Cinema Iride, Lugano
Tokio Monogatari (Viaggio a Tokyo) - 1953

di Yasujirô Ozu - 136 min.

Il viaggio di due anziani genitori a Tokyo dove abitano i due figli, ma la comunicazione fra generazioni si rivela difficile. Il confronto fra genitori e figli come metafora dei profondi cambiamenti sociali e culturali nel Giappone del dopoguerra, ma anche come occasione di bilancio sulla propria vita in uno dei capolavori del regista.
Martedì 14 dicembre 2010 - ore 20.30
Cinema Iride, Lugano
Hana-Bi - 1997

di Takeshi Kitano - 103 min.

Vincitore del Leone d'Oro al Festival di Venezia, il film che ha contribuito ad affermare in occidente lo stile del regista: la violenza non solo come spettacolo, ma come ricerca di un ordine e unica via verso la serenità e gli affetti.
Martedì 21 dicembre 2010 - ore 20.30
Cinema Iride, Lugano
Nobody knows - 2004

di Hirokasu Kore-eda - 141 min.

Una storia di segregazione che diviene metafora di una condizione esistenziale: quattro fratelli, dopo essere stati abbandonati dalla madre convivono clandestinamente in un piccolo appartamento all'insaputa dei vicini. Al più grande, l’unico libero di uscire di casa, spetta il faticoso tentativo di gestire la situazione.
Domenica 16 gennaio 2011 - ore 15.00
Cinema Iride, Lugano
Il mio vicino Totoro - 1988

di Hayao Miyazaki - 86 min.

Film d'animazione per bambini inserito nel programma di "Cinema dei ragazzi"
Un cartone animato di fama e successo straordinari in cui la delicatezza del racconto e la sorprendente bellezza dei disegni esprimono riflessioni profonde sul rapporto fra uomo e paesaggio, sulla spiritualità della natura evocando la magia di un modo osservato attraverso occhi infantili.